Causa sopravvenuti impedimenti, è stata posticipata al 15 dicembre 2015 la data di svolgimento del previsto workshop. Rimane invariata località e sede di svolgimento: Bologna presso il Royal Carlton Hotel.


Obiettivo del workshop è di rappresentare agli intervenuti lo stato dell’arte maturato con l’elaborazione della serie normativa in itinere UNI E0116929” Modalità operative per verifiche metrologiche periodiche e casuali” che si pone come supporto attuativo al Decreto n. 75/2012 e alla Direttiva 12 maggio 2014 e la cui Parte 1: Generalità, verrà pubblicata in novembre.

E’ forte l’auspicio degli stakeholder che la suddetta serie normativa possa essere di effettivo ausilio nelle operazioni attinenti, nella programmazione ed esecuzione delle attività previste aiutando a superare i tanti dubbi e perplessità che affliggono i settori interessati e che si possono sommariamente riassumere con le seguenti domande:

  1. E’ possibile standardizzare procedure e comportamenti degli attori del processo?
  2. Cosa si deve controllare? Si possono standardizzare i controlli?
  3. Quali sono le responsabilità?
  4. Che impatto possono avere differenze di comportamento differenti nella fattispecie?
  5. Avvalersi di Organismi Notificati, accreditati, è sufficiente a soddisfare gli obblighi del DM 75/12?
  6. E’ possibile addivenire a valutazioni univoche da parte degli ispettori camerali?
  7. Come si comportano nel riconoscimento dell’attività degli Organismi Notificati?

Oltre alla già citata parte prima, la serie E0116929 “Modalità operative per verifiche metrologiche periodiche e casuali” è costituita dalle seguenti parti:

  • Parte 2: Dispositivi di conversione di volumi gas anche di tipo integrato con contatore di gas a membrana
  • Parte 3: Contatori di gas a membrana
  • Parte 4: Contatori di gas a turbina e a rotoidi
  • Parte 5: Contatori di gas di altre tecnologie.

Anche la parte 2, come la 1, è già stata sottoposta all’inchiesta pubblica UNI ed è in corso la discussione sui numerosi commenti ricevuti, che senz’altro contribuiranno a migliorare il documento.

La norme della serie E0116929 si applicano a tutti i sistemi di misurazione del gas della seconda e della terza famiglia, di cui alla UNI EN 437, installati sulle rete di trasporto e distribuzione del gas a servizio dei clienti finali aventi le seguenti caratteristiche:

  • clienti finali connessi alla rete di distribuzione con pressione < 24bar
  • clienti finali connessi alla rete di trasporto con pressione <75bar.

Nei documenti sono definiti criteri e procedure di carattere esclusivamente tecnico, quali le modalità operative per le verifiche metrologiche periodiche e casuali su apparati di misura del gas (secondo quanto previsto dal Decreto 16 aprile 2012 n° 75 e nella Direttiva 12 maggio 2014), incluse le verifiche metriche casuali su contatori con portata massima ≤ 10 m3/h, in particolare:

  • I requisiti necessari per poter effettuare la verifica del corretto funzionamento metrologico dei dispositivi di conversione del volume di gas;
  • I requisiti necessari per poter effettuare la verifica del corretto funzionamento metrologico dei contatori del gas di tipo tradizionale (pareti deformabili, rotoidi, turbine) e per la parte di conversione di pressione e temperatura facente parte dell’approvazione di modello del contatore (cosiddetto contatore integrato);
  • I requisiti necessari per poter effettuare la verifica del corretto funzionamento metrologico dei contatori del gas di tecnologie diverse da quelle sopra riportate (per esempio: contatore termo massico, contatore a ultrasuoni, ecc.).

Il programma, le modalità d’iscrizione, i costi di partecipazione e le informazioni sui crediti formativi previsti verranno resi noti prossimamente.
2 Verifiche metrologiche-modalità operative