CIG in collaborazione con UNI

WORKSHOP

“Una piattaforma delle competenze per la valutazione tecnica di un progetto di gara d’ambito nel settore del gas naturale”

Bologna, 21 novembre 2019

c/o Fiera Bologna – sala Concerto (centro servizi: primo piano blocco D)

Il D.lgs. 23 maggio 2000, n. 164, che attua la direttiva n. 98/30/CE recante norme comuni per il mercato interno del gas naturale, prevede che il servizio di distribuzione del gas sia affidato esclusivamente mediante gara, stabilendo nel contempo un termine anticipato di tutte le concessioni esistenti la cui scadenza ex lege fosse posteriore ad un periodo transitorio di cinque anni elevabile, in talune condizioni, fino ad un massimo di ulteriori cinque anni.

La logica sottostante all’introduzione dell’obbligo di gara, ossia l’imposizione di un confronto competitivo in un settore costituente un monopolio naturale, è quella di ottenere un maggiore livello qualitativo del servizio ed una convergenza su costi maggiormente efficienti.

I numerosi provvedimenti normativi e regolatori (Decreti del Ministero dello Sviluppo Economico e Deliberazioni ARERA) che si sono susseguiti hanno, tuttavia, reso l’impianto generale delle gare d’ambito estremante complesso con la conseguente necessità, da parte delle stazioni appaltanti, di poter disporre di supporto, in tutte le fasi di gestione della gara, di figure aventi diverse ed elevatissime professionalità.

Siamo lieti di comunicare che il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha autorizzato il riconoscimento di n. 3 CFP per la partecipazione all’evento


Nel workshop sarà presentato il lavoro di elaborazione della Prassi di Riferimento – UNI/PdR per definire i requisiti, in termini di conoscenza e competenza, dei professionisti che dovranno svolgere il ruolo di Commissari di Gara ATEM, ai sensi dell’Art. 11 del DM 226 del 12 Novembre 2011 e s.m.i. con l’intento di costituire un riferimento preciso e valido anche per uniformare gli approcci nelle fasi procedurali delle gare.

L’obiettivo del Workshop è quindi di favorire un incontro tra gli operatori, mettendo a fattor comune le prime esperienze e le prospettive di sviluppo del settore.

Si ringrazia Bologna Fiere per la disponibilità degli spazi