NUOVA GARA

RINNOVO COPERTURA ASSICURATIVA PER IL PERIODO 1 GENNAIO 2021 – 1 GENNAIO 2025
ASSICURAZIONE IN FAVORE DEI CLIENTI FINALI CIVILI DEL GAS


La presente gara di aggiudicazione della polizza per l’Assicurazione dei clienti finali civili del gas per la copertura dei danni di cui all’Articolo 1 del Capitolato Speciale di Gara, è indetta dalla Stazione Appaltante sulla base delle decisioni assunte dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con la Deliberazione n. 167/2020/R/GAS.

Ente Appaltante: C.I.G. Comitato Italiano Gas – Ufficio Assicurazione – Via Larga n. 2 – 20122 Milano – Telefono: 02-72490607 – Fax: 02-72001646 – Sito internet www.cig.it

Oggetto: servizi assicurativi in favore dei clienti finali civili del gas Deliberazione n. 167/2020/R/GAS dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) – Lotto Unico – Polizza multi-ramo Responsabilità Civile verso Terzi – Incendio – Infortuni

Procedura: : Aperta ai sensi degli artt. 60 e 95 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i.– Codice dei contratti pubblici.
L’affidamento avverrà mediante procedura aperta attraverso l’utilizzazione della piattaforma GPA – http://www.gestioneprocedureacquisto.com – alla quale i concorrenti devono iscriversi, e con applicazione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità prezzo, ai sensi degli artt. 60 e 95 del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e s.m.i.– Codice dei contratti pubblici (in seguito: Codice).

Il luogo di svolgimento del servizio è Milano.

Le fasi di pubblicazione della procedura, di presentazione delle offerte, di verifica e valutazione delle stesse nonché di aggiudicazione definitiva, oltre che le comunicazioni e gli scambi di informazioni, ai sensi dell’art. 40 del D.Lgs. 50/2016 e ss.mm.ii., saranno gestite tramite la piattaforma GPA, come meglio dettagliato all’interno del presente documento.

Importo Complessivo dell’appalto: 61.425.000.000 (comprese imposte governative e ogni altro onere)

Durata del contratto: dalle ore 00:00 del 1° gennaio 2021 alle ore 00:00 del 1° gennaio 2025

Luogo di esecuzione del servizio: territorio italiano

Imprese cui è riservato l’appalto: possono partecipare compagnie di assicurazione in possesso delle autorizzazioni di legge per l’esercizio dell’attività assicurativa nei rami oggetto di gara e dei requisiti richiesti dalla Stazione Appaltante come pubblicati sul bando di gara

Responsabile Unico del Procedimento (RUP): Ing. Enrico Aceto – email: enrico.aceto@cig.it

Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: ore 18:00 del 21/09/2020 esclusivamente tramite la piattaforma GPA – http://www.gestioneprocedureacquisto.com

Modalità di apertura delle offerte: 22/09/2020 ore 10:00 presso la sede del CIG, Via Larga, 2 – 20122 Milano

Data di pubblicazione del Bando all’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle Comunità Europee: 24/7/2020

Il Responsabile Unico del Procedimento
Ing. Enrico Aceto
Direttore Generale CIG


DOCUMENTI DI GARA:

  1. Bando di gara GUUE;
    Bando
  2. Disciplinare di gara;
    Disciplinare di gara
    OFFECO – Offerta Economica
    OFFTECO – Offerta Tecnica
  3. Capitolato Speciale e Determinazione ARERA n. 7/DCOU/2013;
    Allegato al Capitolato Determina ARERA n 7DCOU2013
    Capitolato Speciale
  4. Modelli (DGUE, Dichiarazioni, Requisiti finanziari, Requisiti tecnici, RTI, Coassicurazione);
    Modello Coassicurazione
    Modello DGUE
    Modello Dichiarazioni
    Modello REQFIN
    Modello REQTECN
    Modello RTI
  5. Modello di Offerta Tecnica;
    Modello di Offerta Tecnica
  6. Modello Offerta Economica;
    Modello di Offerta Economica
  7. Statistiche sinistri;
    07-1-2 exAurora Polizza n 40044314 dal 30-9-2004 al 30-9-2007 e n 45701000 dal 30-9-2007al 30-9-2009
    07-3 exInaAssitalia Polizza n 67591 e n 67511 dal 30-9-2009 al 30-9-2010
    07-4 exInaAssitalia Polizza n 76520 dal 30-9-2010 al 31-12-2013
    07-5 Unipol Polizza nn 102516581-102517422-102518004 dal 1-1-2014 al 31-12-2016
    07-6 Unipol Polizza nn 150580408-150580608-150580871 dal 1-1-2017 al 31-12-2020
  8. Statistica incidenti da gas 2019;
    Statistica Incidenti da gas 2019
  9. Manuale di utilizzo piattaforma GPA
    Manuale di utilizzo piattaforma GPA
  • QUESITI PERVENUTI
    Quesito n.1: In relazione alla procedura in oggetto, siamo a richiedere i seguenti chiarimenti per la sezione Property:

    Domanda n.1a: É previsto un perito in polizza?
    Risposta: “Non è indicato espressamente il nominativo di un perito.”

    Domanda n.1b: “Se si mi puoi fornire il nominativo?
    In caso contrario avete un suggerimenti che vadano incontro ai desiderata del cliente?
    Rientra nel nostro albo?

    Risposta: “Tali valutazioni saranno oggetto di confronto con l’Assicuratore aggiudicatario.”

    Domanda n.1c: “Il codice 4 fa riferimento ad “altri eventi accidentali”: che cosa si intende?
    Risposta: “Il codice 4 “Altri eventi accidentali” indicato nelle statistiche Unipol fa riferimento a:
    Eventi tipologia A0 “Eventi probabilmente non in garanzia” e ad Eventi tipologia B2 “Altri eventi accidentali diversi da intossicazioni da monossido di carbonio”, categoria a carattere residuale; ulteriori indicazioni su effetti e conseguenze dei sinistri sono reperibili dai codici Tipologia dell’evento e Effetti dell’evento, che integrano la TIPOLOGIA INCIDENTE.”

    Quesito n.2: Con riferimento alla Sezione C Infortuni si richiede conferma che:

    Domanda n.2a “Sono da ritenere indennizzabili gli Infortuni soltanto se derivanti da Incendio, Scoppio ed Esplosione e soltanto se tali eventi sono originati da dispersioni e/o fughe di gas da qualsiasi evento occasionate avvenute nell’Impianto di utenza? (vedi definizione)”
    Risposta: “Il Capitolato tecnico di gara alla Sezione Infortuni prevede copertura assicurativa per gli Infortuni derivanti agli Assicurati in seguito a sinistri che siano conseguenza diretta di dispersioni e/o fughe di gas da qualsiasi evento occasionate, che si manifestano mediante incendio, scoppio ed esplosione. Si intendono compresi gli infortuni per casi d’intossicazione e asfissia comunque provocati da gas, monossido di carbonio etc.
    I sinistri devono essere originati su una data Utenza (come da definizione di Polizza) nello stato e condizioni in cui si trova e viene utilizzata.”

    Domanda n.2b “Non sono da ritenere indennizzabili gli Infortuni causati da contaminazioni nucleari, biologiche, chimiche prodotte da atti di terrorismo?”
    Risposta: “Si rimanda agli articoli 36 “Oggetto dell’assicurazione” e 37 “Esclusioni” della Sezione Infortuni del Capitolato tecnico di gara.”

    Quesito n.3: Con riferimento alla GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA, MEDIANTE PIATTAFORMA TELEMATICA, PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI COPERTURA ASSICURATIVA MULTIRISCHI A FAVORE DEI CLIENTI FINALI CIVILI DEL GAS, si prega di fornire le seguenti informazioni e chiarimenti:

    Domanda n.3a: In relazione all’art. 6. REQUISITI GENERALI alla pag. 7 del disciplinare, che nello specifico cita “Le imprese aventi sede legale in uno Stato membro dell’Unione Europea diverso dall’Italia che intendano partecipare:

    • in regime di libertà di stabilimento devono possedere autorizzazione IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni) (…), riferita al ramo danni per il tramite della propria sede secondaria in Italia”
    • si chiede di chiarire se una compagnia abilitata ad operare in Italia nel ramo danni rischio 1 Infortuni e 2 Malattia possa partecipare alla gara in oggetto in coassicurazione con un’altra compagnia, pur non avendo l’abilitazione al rischio 8 incendio e 13 RC (abilitazione che invece avrebbe la seconda compagnia che in questo caso sarebbe delegataria di polizza).

    Risposta: “Sia la Delegataria che le Coassicuratrici devono possedere l’autorizzazione IVASS all’esercizio sia del Ramo Infortuni e Malattia che del ramo Incendio e RC.
    Evidenziamo, come indicato nel Disciplinare di gara, che trattasi di Lotto unico e l’aggiudicazione avverrà a Lotto unico.”

    Domanda n.3b: Con riferimento all’art. 7. REQUISITI SPECIALI E MEZZI DI PROVA punto 2 REQUISITI DI CAPACITA’ ECONOMICA E FINANZIARIA lett. a) alla pag. 8 del disciplinare, si chiede conferma che tale raccolta premi nel ramo danni possa essere riferita ai soli rischi infortuni e malattia e non anche al rischio incendio ed RC;
    Risposta: “Si conferma che il requisito DI CAPACITA’ ECONOMICA E FINANZIARIA art. 7.2 lett. a) alla pag. 8 del Disciplinare fa riferimento al ramo danni (esclusa RCA) e che pertanto la raccolta premi può essere riferita ai soli rischi infortuni trattandosi di ramo danni.”

    Domanda n.3c Con riferimento all’art. 7. REQUISITI SPECIALI E MEZZI DI PROVA punto 3 REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE lett. a) alla pag. 9 del disciplinare, si chiede conferma che l’aver svolto “almeno un servizio assicurativo relativo a rischi nel ramo danni (RC Auto esclusi), con un premio annuo, al lordo delle eventuali imposte governative, non inferiore ad € 1.000.000,00” possa significare l’aver gestito una polizza INFORTUNI il cui valore annuo lordo in almeno uno degli anni del triennio indicato sia pari ad euro 1.000.000,00. In caso contrario, si prega di indicare se è necessario possedere anche una polizza multi rischi (infortuni, incendio e RC).
    Risposta: Si conferma che all’art. 7.3 REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE lett. a) alla pag. 9 del Disciplinare si richiede di aver stipulato e svolto con buon esito nel triennio antecedente la data di pubblicazione della presente procedura, in favore di destinatari pubblici e/ o privati, almeno un servizio assicurativo relativo a rischi nel ramo danni (RC Auto esclusi), con un premio annuo, al lordo delle eventuali imposte governative, non inferiore ad € 1.000.000,00. Pertanto, l’aver gestito una polizza Infortuni il cui valore annuo lordo in almeno uno degli anni del triennio indicato sia pari ad euro 1.000.000,00, è considerato requisito adeguato.

    Domanda n.3d Si prega di indicare qual è il premio annuo complessivo a base d’asta per il singolo rischio infortuni (ammesso che il premio annuo a base d’asta che comprende i rischi RC, incendio ed infortuni è pari ad euro 13.650.000,00.
    Risposta: Il premio annuo lordo a base d’asta per la Sezione Infortuni ammonta ad euro 4.200.000 calcolato sulla base di un costo annuo lordo di euro 0,20 per Utente, come indicato all’art. 17 CONTENUTO DELLA BUSTA TELEMATICA “C” – OFFERTA ECONOMICA del Disciplinare di gara, e calcolato su un numero iniziale di Utenti assicurati pari a 21.000.000 come indicato all’art. 3 OGGETTO DELL’APPALTO, IMPORTO

    Quesito n.4:

    Domanda n.4 “Relativamente all’ Elemento “F” – (Somme Assicurate per il “Caso Morte” e il “Caso Invalidità Permanente Totale”. Punteggio: Punti 5 Riferimenti: Articolo 3) “Massimali/Capitali/Limiti di indennizzo” Sezione C Infortuni punti C1 e C2) rileviamo una incongruenza fra quanto disposto nel disciplinare di gara che non indica il valore minimo a base d’asta (che invece e’ dichiarato in €220.000 nel Modello di Offerta Tecnica) e non indica anche il valore massimo di offerta (che invece e’ dichiarato in € 300.000 nel modello di Offerta Tecnica).
    Per quanto sopra si chiede conferma o meno che il valore massimo di Offerta per l’Elemento F corrisponde ad € 300.000 come da Modello di Offerta Tecnica.
    Inoltre rileviamo delle incongruenze anche nelle formule matematiche esemplificate di cui agli Elementi F (si fa riferimento a PEI punteggio dell’Elemento E non pertinente); Elementi G (si fa riferimento a PCI punteggio dell’Elemento C non pertinente) ; Elementi H (si fa riferimento a valori dell’Elemento G non pertinente);”

    Risposta: “Relativamente all’ Elemento “F” – (Somme Assicurate per il “Caso Morte” e il “Caso Invalidità Permanente Totale” precisiamo che deve intendersi corretto quanto previsto nella Scheda di Offerta Tecnica.
    Deve intendersi previsto pertanto un valore minimo di € 220.000 sia per il caso Morte che per il Caso Invalidità Permanente Totale e un valore massimo offribile fino a € 300.000 sia per il caso Morte che per il Caso Invalidità Permanente Totale come indicato nel modello di Offerta Tecnica.
    In merito alle formule trattasi di mero refuso. Di seguito specifiche:
    ○ Elemento “E” – Dove indicato E nelle formule e nelle definizioni è da intendere C “concorrente”
    ○ Elemento “F” – dove indicato F nelle formule e nelle definizioni è da intendere C “concorrente”
    Si precisa che i riferimenti didascalici devono considerarsi riferiti all’elemento F di cui trattasi.
    ○ Elemento “G” – dove indicato G nelle formule e nelle definizioni è da intendere C “concorrente”
    ○ Elemento “H” – dove indicato H nelle formule e nelle definizioni è da intendere C “concorrente”
    ○ Elemento “I” – dove indicato I nelle formule e nelle definizioni è da intendere C “concorrente”

    Quesito n.5

    Domanda n.5 “A maggior chiarimento della definizione di “utenze assicurate” chiediamo se relativamente ai “Punti di riconsegna relativi a un condominio con uso domestico” esistono delle limitazioni nei consumi annui o nella potenza della centrale termica oppure della classe del misuratore per singolo punto di riconsegna.
    Tale limitazione ci è chiara nel caso di “Punti di riconsegna nella titolarità di un’utenza relativa ad attività di servizio pubblico” ove il misuratore non può avere classe superiore a G25 ma non ci è chiaro relativamente al precedente punto.”

    Risposta: “Come da definizione di Polizza si intendono assicurate le Utenze “Punti di riconsegna relativi a un condominio con uso domestico” [Articolo 2, comma 2.3 lettera b) dotati di misuratore di classe qualsiasi.”

    Quesito n.6

    Domanda n.6 “Chiediamo il numero specifico delle utenze iniziali assicurate di cui al punto 3. della definizione “v. utenze assicurate”.
    Risposta: “Le Utenze iniziali assicurate sono 21.000.000 come indicato all’art. 3 del Disciplinare “Oggetto dell’appalto, importo” e all’ art. 4) Calcolo del premio lett. b) “Premio minimo annuo anticipato e regolazione” del Capitolato Tecnico di gara.”

    Quesito n.7

    Domanda n.7 “Nel file “08-Statistica-Incidenti-da-gas-2019” a pag. 28, nella tabella di riepilogo degli Atti volontari – dolosi, per il solo gas canalizzato, con riferimento all’annualità 2016 non risultano riportati i dati relativi all’evento di Via Brioschi a Milano del giugno 2016 (3 decessi). Se ne chiede il motivo.”
    Risposta: “Il sinistro di Via Brioschi Milano del giugno 2016 è presente nella statistica sinistri di Compagnia anche in relazione alle posizioni RCT. A seguito di sentenza emessa dalla Corte di Cassazione Penale che ha confermato l’esito della sentenza emessa dalla Corte d’ Assise di Appello di Milano, le posizioni RCT verranno mandate senza seguito in ragione del riconoscimento di comportamento volontario dell’Assicurato caratterizzato da intenti non riconducibili a fini di suicidio o tentato suicidio.
    In relazione al report Statistica-Incidenti-da-gas-2019 verrà aggiornato nella prossima edizione 2020 alla luce degli esiti dell’iter giudiziario. Non è stato registrato nella Statistica Incidenti-da-gas-2019 nell’attesa del pronunciamento definitivo dell’Autorità giudiziaria al fine di definire, su questo caso così particolare e complesso, l’esatta collocazione della fattispecie.”

    Quesito n.8

    Domanda n.8 “Si richiede la possibilità di ottenere, in riferimento alla clausola Partecipazione agli utili presente nelle polizze delle annualità pregresse, le informazioni relative agli importi, anche in forma aggregata per anno, riconosciuti dalle Compagnie assicuratrici al Contraente.”
    Risposta: “Di seguito si riporta prospetto riassuntivo degli importi di Partecipazione agli Utili per le annualità dal 2014 al 2019.”

    ANNUALITA’
    P.U. INCENDIO POL. UNIPOLSAI 44/150580608
    P.U. INFORTUNI POL. UNIPOLSAI 77/150580871
    P.U. TOTALE
    2019 € 0,00 € 317.835,75 € 317.835,75
    2018 € 792.962,29 € 1.674.843,75 € 2.467.806,04
    2017 € 608.208,34 € 1.954.468,75 € 2.562.677,09

    ANNUALITA’
    P.U. INCENDIO POL. UNIPOLSAI 44/102517422
    P.U. INFORTUNI POL. UNIPOLSAI 77/102518004
    P.U. TOTALE
    2016 € 786.734,84 € 1.905.915,27 € 2.692.650,11
    2015 € 0,00 € 1.390.856,00 € 1.390.856,00
    2014 € 18.807,62 € 1.637.866,94 € 1.656.674,56

    Quesito n.9

    Domanda n.9 “Si richiede se è possibile indicare uno sconto, sulle varie sezioni, superiore al 20%, tenendo presente che lo sconto complessivo sul premio a base d’asta non sia comunque superiore al 20%.”.
    Risposta: Non è possibile indicare uno sconto sulle varie sezioni superiore al 20% come indicato all’art. 17. Contenuto della busta telematica “c” – offerta economica lettera a) riportato di seguito:
    “è stabilito che le percentuali di ribasso da applicare ai parametri suindicati e determinanti il premio unitario annuo complessivo di offerta, non potranno eccedere la misura del 20% con riferimento a ogni singola Sezione etc”.

    Quesito n.10

    Domanda n.10 “In caso di classifica finale riportante due compagnie con lo stesso risultato, come si procederà per l’aggiudicazione?”.
    Risposta: Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo, ma punteggi differenti per il prezzo e per tutti gli altri elementi di valutazione, sarà collocato primo in graduatoria il concorrente che ha ottenuto il miglior punteggio sull’offerta tecnica. Nel caso in cui le offerte di due o più concorrenti ottengano lo stesso punteggio complessivo e gli stessi punteggi parziali per il prezzo e per l’offerta tecnica, si procederà mediante sorteggio in seduta pubblica.

    Quesito n.11

    Domanda n.11 “Come indicato nel Disciplinare di Gara Punto 15.3.2., in fase di generazione del PASSOE il sistema restituisce il messaggio: IL CIG INDICATO NON ESISTE O NON E’ STATO ANCORA DEFINITO, come si deve procedere?”.
    Risposta: Si invita a riprovare. Non si evidenziano motivi tecnici ostativi al rilascio del Passoe.

    Quesito n.12

    Domanda n.12 “4) 7.3. REQUISITI DI CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE del disciplinare di gara, siamo a richiedervi conferma che il possesso del requisito è riferito ad un solo servizio assicurativo in favore di destinatari pubblici e/ o privati, relativo a rischi nel ramo danni (RC Auto esclusi), con un premio annuo, al lordo delle eventuali imposte governative, non inferiore ad € 1.000.000,00.”.
    Risposta: Si conferma.

    Quesito n.13

    Domanda n.13 “5) Punto 15. CONTENUTO DELLA BUSTA “A” – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA, del disciplinare di gara, Si chiede conferma che la Domanda di Partecipazione deve essere redatta utilizzando il modello 04-Modello-Dichiarazioni.”.
    Risposta: La Stazione Appaltante richiede che siano forniti i dati indicati nel modello 04-Modello-Dichiarazioni indipendentemente dalla Modulistica utilizzata. Si consiglia, e si richiede la cortesia ove possibile per praticità e per evitare dimenticanze, di utilizzare la modulistica messa a disposizione.

    Quesito n.14

    Domanda n.14 “6) Si chiede conferma che i documenti richiesti al punto17. CONTENUTO DELLA BUSTA TELEMATICA “C” – OFFERTA ECONOMICA del disciplinare di gara, file in formato xls denominato “OFFECO – Offerta Economica” e la Scheda di offerta economica, in formato PDF denominata “Modello-di-Offerta-Economica”, possono essere firmati digitalmente da un procuratore, come tutti i documenti di gara richiesti.”.
    Risposta: Si conferma. Il procuratore deve tuttavia inserire nella Documentazione amministrativa – BUSTA “A” copia conforme all’originale della procura oppure nel solo caso in cui dalla visura camerale del concorrente risulti l’indicazione espressa dei poteri rappresentativi conferiti con la procura, la dichiarazione sostitutiva resa dal procuratore attestante la sussistenza dei poteri rappresentativi risultanti dalla visura.

    Quesito n.15

    Domanda n.15 “La definizione del quantum da corrispondere ai singoli eredi verrà determinato sulla base del diritto successorio.”
    Risposta: 8) Capitolato speciale art. 8) obblighi in caso di sinistro “La Società terrà manlevata la Contraente da ogni richiesta o domanda che nei confronti della stessa fosse avanzata da qualsiasi soggetto in relazione a diritti o ragioni che questi ritenessero di avere in dipendenza del presente contratto e ciò anche nel caso che tali richieste fossero state in precedenza rivolte alla Società e dalla stessa respinte. In particolare, la Società richiederà immediatamente la cancellazione di ogni eventuale posizione giudiziaria della Contraente in quanto non titolare di legittimazione passiva, assumendo su di sé tutti gli oneri conseguenti”, siamo a richiedervi di esplicitare quali attività sono richieste alla Compagnia e se tra queste è prevista la cancellazione di posizioni giudiziarie?

    Quesito n.16

    Domanda n.16 “8) Capitolato speciale art. 8) obblighi in caso di sinistro “La Società terrà manlevata la Contraente da ogni richiesta o domanda che nei confronti della stessa fosse avanzata da qualsiasi soggetto in relazione a diritti o ragioni che questi ritenessero di avere in dipendenza del presente contratto e ciò anche nel caso che tali richieste fossero state in precedenza rivolte alla Società e dalla stessa respinte. In particolare, la Società richiederà immediatamente la cancellazione di ogni eventuale posizione giudiziaria della Contraente in quanto non titolare di legittimazione passiva, assumendo su di sé tutti gli oneri conseguenti”, siamo a richiedervi di esplicitare quali attività sono richieste alla Compagnia e se tra queste è prevista la cancellazione di posizioni giudiziarie? ”
    Risposta: Come indicato all’art. 8 “Obblighi in caso di sinistro” la Compagnia è tenuta a manlevare CIG da ogni richiesta o domanda che nei confronti della stessa fosse avanzata da qualsiasi soggetto in relazione a diritti o ragioni che questi ritenessero di avere in dipendenza del contratto e ciò anche nel caso che tali richieste fossero state in precedenza rivolte alla Società e dalla stessa respinte. La Società assumerà su di sé tutti gli oneri conseguenti.

    Quesito n.17

    Domanda n.17 “9) Capitolato Art. 8) Obblighi in caso di sinistro “La Società entro sette giorni lavorativi dalla ricezione della denuncia da parte della Contraente, provvede a riscontrare la singola denuncia alla Contraente e all’Assicurato e/o al Danneggiato, fornendo il relativo numero di sinistro e i riferimenti del perito incaricato. La Società procede all’accertamento materiale mediante elaborazione di una propria perizia da rendere disponibile agli Assicurati e/o Danneggiati e informandone contestualmente la Contraente, entro 60 giorni dall’invio della comunicazione di cui al comma precedente”, siamo a richiedervi se in caso di attività peritale svolta da studio peritale fiduciario scelto dalla Compagnia, che gestirà, sia i sinistri Property che Rc, potrà, oltre le perizie, effettuare le comunicazioni anche verso i danneggiati.”
    Risposta: Si conferma.